IL PAESAGGIO AGRARIO DELL’ECOMUSEO DEL LAGORAI NEL SECOLO SCORSO

Vivere e ricordare il territorio: storia e memoria del paesaggio agrario dell’Ecomuseo del Lagorai nel secolo scorso.

Negli ultimi cinquant’anni il territorio è stato profondamente modificato dalla costruzione di numerosi nuovi edifici attorno ai centri abitati e dall’impianto di colture profondamente invasive (in particolare piccoli frutti), sostituendosi a quelle più tradizionali come il mais, le patate e i legumi. Inoltre nelle zone più marginali, il venir meno dell’attività agricola ha favorito l’abbandono di spazi e strutture (terrazzi, canalizzazioni, rete dei percorsi infrapoderali ma anche mulini, stalle e magazzini), ora scomparsi o allo stato di rudere. In molti casi di tutto ciò rimane testimonianza solamente in fotografie e cartoline e nei ricordi degli anziani.
La memoria di questo paesaggio rurale deve essere consegnata alla comunità odierna e alle nuove generazioni, perché ha rappresentato la cifra della vita contadina fino a circa metà del secolo scorso. Le attività agricole (dissodamenti, semine, raccolti, etc.) ma anche la manutenzione delle strutture di campi e vigneti e delle strade di campagna non hanno solo costituito una fonte di sostentamento per le comunità locali ma hanno contribuito alla costruzione del territorio attuale.
Ma il paesaggio non è solamente il contenitore in cui si intrecciano i piani dell’ambiente naturale e costruito, bensì è un elemento vivo e in continua trasformazione, grazie all’azione dell’uomo nel territorio.
Questo progetto vuole recuperare quindi un patrimonio di conoscenza che costituisce uno degli elementi fondamentali delle nostre radici e della nostra storia e che rischia di andar perduto, soprattutto con la scomparsa delle persone più anziane.

Il progetto

Il progetto, realizzato tra aprile 2015 e giugno 2016, si pone l’obbiettivo di raccogliere testimonianze documentarie ed orali relative al paesaggio rurale del territorio dell’Ecomuseo del Lagorai (comuni di Carzano, Telve, Telve di Sopra e Torcegno) fino agli Sessanta del secolo scorso.

Clicca qui per visualizzare l’album fotografico delle immagini raccolte

Telve, corso di lavoro con realizzazione di borse in foglie di mais, 1942-1943

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi