SUI CROZI D’EZZE TRA STORIA E LETTERATURA

Escursione con Luca Girotto sui campi di battaglia di Engelbert Dolfuss e Robert Musil

DOMENICA 22 AGOSTO 2021

Ritrovo ore 7.30 a Telve in piazza Maggiore

PROGRAMMA:

  1. Ritrovo a Telve piazza maggiore per suddivisione mezzi di trasporto fino alla Serra.
  2. arrivo a Ponte di Salton con mezzi propri
  3. salita a malga Ezze
  4. salita a forcella Valtrigona da dove si imbocca la cresta di Pastronezze
  5. discesa al Pian dei Cavai e avvio della camminata per la cresta del Col di Fregio
  6. arrivo ai ruderi di malga Pastronezze di sopra e si arriva a q. 1608 (Col della Pertica) da dove si scende a malga Pertica di sopra sino al punto di partenza.
Punti d’interesse:
  • percorso delle ricognizioni delle pattuglie italiane dell’estate inverno 1915 a partenza dalla zona di Pontarso.
  • malga Pozza era caposaldo italiano (chiamata all’epoca malga Lavoschietto sulle mappe del regio esercito) della linea che scendeva da Ciste a sbarrare le valli di Fregio e Calamento.
  • Malga Ezze era avamposto austriaco con la presenza (nel ’15 e inizio ’16) sia di Musil che di Dollfuß.
  • Forcella valtrigona era il punto di partenza dei pattugliamenti austriaci verso Fregio  e punto di partenza dell’arteria dei rifornimenti alle artiglierie austriache di piccolo calibro posizionate sulla cresta di Pastronezze. Visita “en passant” ai resti degli insediamenti degli austriaci.
  • Subito sotto cima Pastronezze c’è ancora la sorgente (unica fonte d’acqua per tutta la cresta) ricordata dai diari delle truppe ungheresi  del battaglione II/101° che aveva stazionato lassù nell’aprile/maggio 1916 prima di farsi distruggere nel combattimento di monte Cima il 26 maggio 1916.
  • Al Pian dei Cavai stavano gli avamposti austriaci. A q. 2036 (spuntone sud-est di Pian dei Cavai) era arrivata una pattuglia italiana nell’autunno 1915, rilevando lo scarso presidio di pastronezze e la possibilità di successo di un colpo di mano.
  • Malga Pastronezze di Sopra era il punto più avanzato della ,prima linea italiana sulla cresta tra Col di Fregio e Col Pertica.
  • Q. 1608 (Col della Pertica) era la ridotta italiana di sbarramento tra Fregio e Calamento,a  protezione di Pontarso. Occupata nel gennaio del 1916, difesa nel febraio e abbandonata nel maggio, all’inzio della Strafexpedition.

PER INFO E PRENOTAZIONI 3494195678 (WhatsApp 3403950039) entro venerdì 20 agosto

Per partecipare è necessario essere forniti di Green Pass

Si consiglia un abbigliamento adatto a camminare in montagna. Pranzo al sacco.

Costo: € 10 per i soci, € 12 per i non soci.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze. <br /> Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi