PROPOSTE DIDATTICHE 2017-2018

Le attività didattiche sono finalizzate alla conoscenza del patrimonio storico-culturale e ambientale del territorio dell’Ecomuseo del Lagorai a cui appartengono quattro comuni situati in Trentino Alto Adige nella Valsugana orientale con altitudine di circa 800 metri con visite e laboratori diffusi sul territorio dove esplorazione e sperimentazioni si possono connettere e alimentare tra di loro favorendo una sensibilità più ampia su temi come scienza e ecologia prendendosi cura dell’ambiente e valorizzandolo. La ricerca porta a far emergere l’idea che l’uomo e il suo habitat sono in costante interazione e modificazione reciproca.

Avremo l’occasione di esplorare i fenomeni naturali attraverso un’immersione ambientale e stagionale, percettiva ed emotiva, che rende la sperimentazione agita in forme differenti. Indagheremo il territorio in trasformazione dell’Ecomuseo del Lagorai, ne contempleremo la ricchezza estetica ma ne sveleremo anche alcuni segreti.

Sveleremo alcuni misteri che l’ambiente ha in serbo per noi e quindi esploreremo i nostri mondi interiori di essere umani sempre sensibili alle connessioni e alle scoperte delle relazioni empatiche che abbiamo con la natura, comprendendo che siamo ospiti e non proprietari di quest’ultima.

A chi ci rivolgiamo?

Alunni delle scuole primarie e scuole secondarie di primo grado

Cosa facciamo?

Uscita sul territorio secondo la tematica proposta della durata di mezza giornata o di una giornata intera

Le tematiche?

I laboratori proposti sono legati ai temi dell’Ecomuseo del Lagorai che sono l’acqua, la natura, la storia medievale e della grande guerra, i lavori della nostra gente in passato.

Elenco delle proposte didattiche
per l’anno scolastico 2017/2018

 


ACQUA: GOCCE DI ENERGIA CENTRALE IDROELETTRICA

La centrale idroelettrica di Carzano ha accompagnato la storia del paese a partire dalla sua prima inaugurazione nel 1941 sfruttando le acque del torrente Maso arrivando ad una potenza di MW 11. La centrale idroelettrica è un luogo che consente di esplorare sia i fenomeni fisici sia le qualità materiche ed espressive dell’acqua e dell’energia. Acqua, energia, vita! Un viaggio alla scoperta dell’importanza dell’acqua e delle tracce lasciate sul territorio dal suo utilizzo. La centrale si presta ad essere un punto di partenza per capire alcuni fenomeni legati all’acqua e all’energia grazie a laboratori che invitano bambini, ragazzi e adulti alla scoperta di fenomeni fisici e naturali complessi; diviene luogo dove la mente e le mani, la razionalità e l’immaginazione lavorano insieme, si intrecciano e si completano, generando nuove conoscenze sul mondo.

Obiettivi

  • Apprendere l’importanza dell’acqua per l’uomo e per la natura
  • Capire il funzionamento di una centrale idroelettrica e il suo utilizzo
  • Acquisire rispetto e attenzione nei confronti della natura per valorizzarla e non inquinarla
  • Conoscere l’importanza dell’acqua nella vita quotidiana di oggi e nel passato
  • Riflettere sullo sfruttamento delle risorse naturali


CASTELLALTO E IL MEDIOEVO

Il maniero di Castellalto è stato a lungo il punto di riferimento per la gente del territorio dell’Ecomuseo del Lagorai; in esso infatti erano presente gli organi di comando delle nostre antiche comunità. La sua storia è molto lontana e racconta le vicende della nostra gente in un caleidoscopio di storia e leggenda.

Tramite un laboratorio teatrale i ragazzi potranno sperimentare in prima persona la storia e le leggende che gravitano attorno al castello immergendosi completamente nell’atmosfera magica e suggestiva che traspare dal luogo. saranno portati sul posto e potranno conoscere il castello, la sua storia e le sue leggende.

OBIETTIVI

  • Conoscere i castelli e le architetture fortificate
  • Fare esperienza delle procedure del mestiere dello storico.
  • Entrare a far parte di un “luogo della memoria”: la vita condotta in passato a Castellalto e zone limitrofe
  • Storia e leggende: una o più modalità di fare storia utilizzando contenuti, metodologie e tecniche multidisciplinari.
  • il “saso e la secia” : riflettere sul passato medievale attraverso la leggenda in un clima di progettazione collettiva.

GRANDE GUERRA: IL MONTE CIOLINO

Il monte Ciolino che da sempre sovrasta gli abitati dei comuni dell’Ecomuseo del Lagorai è stato interessato fin dalla preistoria da passaggi e tracce umane. Un viaggio tra nuovi sentieri ed antichi percorsi alla scoperta delle differenti epoche storiche vissute dal Colle attraverso attività laboratoriali in gruppo. Uscita sul Colle e vista ai differenti siti storici presenti in esso.

OBIETTIVI

  • Conoscere i reperti storici legati al monte Ciolino
  • Conoscere le differenti epoche storiche del monte Ciolino
  • Conoscere le vicende belliche legate al monte Ciolino
  • Imparare dalla guerra

 


MUSEO TARCISIO TRENTIN e gli ANTICHI MESTIERI

La vita delle nostre comunità in passato era molto differente da quella d’oggi. Per i nostri ragazzi è difficile capirlo, per questo motivo la visita al museo di Tarcisio Trentin lì porterà in un viaggio divertente e affascinante alla scoperta di quel passato, non troppo lontano!

OBIETTIVI

  • Conoscere la vita e i mestieri di una volta
  • Conoscere gli strumenti di un tempo
  • Sviluppare il ragionamento attraverso la deduzione dell’uso dei vari strumenti
  • Imparare a vivere il museo
  • conoscere gli strumenti del passato e la loro utilità nel loro contesto storico, culturale e geografico
  • immedesimarsi nella vita quotidiana del passato
  • orientarsi in un museo etnografico : fissare i concetti giocando (ciò si potrebbe farerealizzando un laboratorio che abbiamo fatto in colonia, in modo da rendere la visita più divertente)

TESORI NASCOSTI DA MILIONI DI ANNI: I FOSSILI

Il territorio dell’Ecomuseo del Lagorai nasconde dei tesori preziosi tra le sue viscere! Osserveremo la natura, esplorando e riflettendo sulle sue potenzialità. Indagheremo su cosa nasconde il nostro paesaggio e scopriremo la storia antica di come eravamo nell’età dei dinosauri!

OBIETTIVI

  • Conoscere e riconoscere i fossili
  • Conoscere i ritrovamenti fossili legati al nostro territorio
  • il terreno come “macchina del tempo”: analizzare le tracce di un passato molto lontano matutt’oggi presenti
  • comprendere il ruolo del clima e degli agenti atmosferici sulla formazione dei fossili
  • sviluppare l’attività creativa e manuale con l’argilla (non so se l’elisa intendeva fare illaboratorio con l’argilla riferito a questo tema, ma mi sembra piuttosto azzeccato. I bambinipotrebbero creare il proprio “ fossile” nell’argilla)

SENTIERO NATURALISTICO FRANCO FURLAN

La natura, il bosco, gli animali: una vera e propria aula didattica all’aria aperta! Il sentiero naturalistico ci racconta da chi è abitata la natura che ci circonda. Sarà un viaggio con tanto bacheche didattiche e interattive, un viaggio dove si potrà toccare con mano la nostra Madre Natura

OBIETTIVI

  • Conoscere il sentiero
  • Conoscere gli animali che si possono incontrare nel nostro territorio
  • Conoscere l’arte dell’intaglio del legno
  • Imparare a vivere il bosco e la montagna
  • Imparare a collaborare lungo il percorso
  • conoscere la natura nelle sue mille sfaccettature
  • riflettere sull’importanza di salvaguardare l’ambiente naturale
  • conoscere gli abitanti del bosco e le loro caratteristiche. (eventualmente si potrebbe fare un laboratorio sugli animali, sia manuale che ludico)

TARIFFE:
ESCURSIONI DI MEZZA GIORNATA (2 ore e mezza circa) : 130 EURO
ESCURSIONI DI UNA GIORNATA INTERA (2 ore e mezza al mattino + pomeriggio): 200 EURO


Per prenotare le attività contattaci al 3403950039 o info@ecomuseolagorai.eu
Le date e il dettaglio dei programmi verranno concordati con gli operatori in relazione alle esigenze delle scuole.

Questo sito utilizza cookie per fornirti servizi in linea con le tue preferenze.
Proseguendo la navigazione acconsenti all'uso dei cookie. Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi